Web site

WEB SITE LINK:
ITA
ENG

Translate

Archivio blog

A Cagliari un Ciclo di Seminari dal 4 al 7 dicembre 2017 a favore di " società inclusiva" in ottica comparata

Un ciclo di Seminari dal 4 al 7 dicembre 2017 organizzati dal Il Dipartimento di Giurisprudenza  dell'Universiità di Cagliari ha organizzato un ciclo di seminari che vedranno la partecipazione del  Prof. Francisco José Bariffi, Facultad de Derecho, Universidad Nacional de Mar del Plata (Argentina), che affronterà il tema tema Derechos Humanos y Discapacidad e del Prof. Mario Serrano, della stessa università sul tema  del  nuovo codice civile argentino e il diritto romano.
Le iniziative si inseriscono nell'ambito delle attività promosse dal Dipartimento di Giurisprudenza della Facoltà di Scienze Economiche e Politiche, che, allo scopo di realizzare una collaborazione avente come finalità la formazione per una “società inclusiva”, secondo quanto espresso nella “Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità”, ha sottoscritto nel luglio 2017 tre distinti Protocolli d'Intesa con l’Associazione DPI (Disabled People’s International) Italia Onlus, la FISH (Federazione italianaSuperamento Handicap) Sardegna Onlus e l'AIFO (Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau) Onlus.
La Convenzione, adottata dall’Assemblea Generale dell’ONU il 13 dicembre 2006 ed entrata in vigore il 3 maggio 2008 (ratificata e resa esecutiva per l’Italia, con Legge 3 marzo 2009, n. 18), segna un passo fondamentale per l’affermazione dei diritti umani e per una reale inclusione delle persone con disabilità.
La firma dei summenzionati Protocolli si inserisce nell'ambito di una già ampia e proficua collaborazione iniziata oltre un anno fa e che ha visto la realizzazione di importanti iniziative promosse dal Dipartimento di Giurisprudenza in collaborazione con la Prof.ssa Donatella Petretto, Delegato del Rettore per il coordinamento e il monitoraggio di iniziative per l’integrazione (Legge28 gennaio1999, n. 17) e con l'Ufficio S.I.A. (Servizi per l’Inclusione e l’Apprendimento).
Referente per il Dipartimento di Giurisprudenza: il Direttore, Prof. Fabio Botta e la Prof.ssa Rita Pilia, Referente per l’inclusione. Per la DPI: il Dott. Giampiero Griffo – Presidente Nazionale DPI Italia. Per la FISH: il Dott. Alfio Desogus – Presidente FISH Sardegna. Per l’AIFO: la Dr.ssa Anna Maria Pisano del CdA AIFO e il Dr. Antonello Farris Vice-Presidente Nazionale AIFO.

"Opening up Communities, Closing down Institutions" - Report

PUBLICATION LAUNCHED IN THE EUROPEAN PARLIAMENT, BRUSSELS

On 22nd November 2017, the initiative Community Living for Europe:
Structural Funds Watch launched a Report in the European Parliament, Brussels co-hosted by Mairead McGuinness, MEP (EPP) and Vice President
of the European Parliament and Iskra Mihaylova, MEP (ALDE) and Chair of the European Parliament Committee on Regional Development.
The initiative is based in the Centre for Disability Law & Policy, NUI Galway and financially supported by Lumos.
The report concerns the role of the European Structural and Investment Funds (ESIF) with respect to the transition from institutional to community-based living for children and young people, including those
with disabilities, adults with disabilities and older persons in European Union Member States. It contains examples, both positive and negative, that demonstrate how the Member States have implemented the
ESIF regulations, how they are currently using or are planning to use the ESIF to support the transition to community-based living, and provides concrete recommendations for the current and next funding period post 2020.

Please find online the report
Neil Crowther, Gerard Quinn and Alexandra Hillen-Moore “Opening up Communities, Closing down Institutions: Harnessing the European Structural and Investment Funds” (Community Living for Europe: Structural Funds Watch, November 2017)

The launch event in the European Parliament was video recorded and is available to watch on the initiative website here

Robot e Scuola: inclusione a prima vista



Una bella iniziativa per parlare di inclusione nelle scuole: Roberto Mancin genitore e esperto informatico pediatrico dell'Universita' di Padova mostra i "cuccioli di robot"(pet robot) più sofisticati attualmente utilizzati in Europa per curare il benessere dei giovani ospiti della Pediatria di Padova e anche per migliorare e mantenere la qualita' dell'inclusione sociale e scolastica.


 
 
Robot Pepper a colloquio con l'assessore Marta Nalin, l'assessore Francesca Benciolini e l'assessore Francesca Piva durante la conferenza stampa di presentazione del progetto lo scorso 6 novembre.

Anch'io lavoro esperienza Forum Terzo Settore Inail Veneto


Dossier statistico Immigrazione 2017


Premio Letterario Nazionale "Diversamente uguali: la disabilita' vista con gli occhi di bambini e ragazzi"



L'Associazione "Uniti per Crescere" Onlus indice per l’anno scolastico 2017/2018 la seconda edizione del concorso letterario sul tema della disabilità, dal titolo ‘Diversamente uguali: la disabilità vista con gli occhi di bambini e ragazzi’, volto ad esplorare la percezione della disabilità nei bambini e nei ragazzi, utilizzando la scrittura come strumento per veicolare emozioni, riflessioni, dubbi, paure e speranze.

Puoi scaricare il bando in
www.unitipercrescere.net

My name is Emily - Film testamento di Fitzmaurice

Finalmente dal 1 Novembre 2017 è proiettato in Italia, a Padova al cinema Lux,  il lungometraggio del regista irlandese Simon Fitzmaurice,  scomparso lo scorso 27 ottobre a soli 43 anni dopo una lunga lotta con una grave malattia neurodegenerativa.
Il regista e  autore ha scritto e diretto il film attraverso il movimento oculare, supportato da un software ed è stato premiato alla  46esima edizione del Giffoni Film Festival e al 27° Galway Film Fleadh, uno dei principali festival cinematografici in Irlanda. In tale sede era stato il film di apertura, come vi avevamo già raccontato a luglio 2015 riportando l'esperienza del " nostro agente in Irlanda" Erasmus Staff training 2015

Emily, che porta il nome della mamma scomparsa in un incidente ed il nuovo  il compagno di scuola Arden, con la vecchia  automobile gialla  della nonna attraversano l'Irlanda piovosa e ricca di luce, diretti a salvare il padre di lei ricoverato in una clinica psichiatrica  e che non si è mai ripreso dalle grave perdita per la vita di entrambi. 

E' un film ironico e poetico, che utilizza un linguaggio avvincente, con una bella colonna sonora ed un'ottima fotografia, ed è un vero e proprio inno alla vita come ha ribadito lo stesso Fitzmaurice in un'intervista:


"  La volontà di vivere. Vivere con la tristezza, la perdita e l’amore che fanno parte della vita. Affrontarla, senza mollare. Perché credo nel potere di accettare tutto ciò che ti capita senza farti schiacciare a morte dalla perdita".